Professional Skill
Antonio Teti è nato a Lanciano (Ch) il 27 ottobre 1964. Si è laureato in Economia e Management (110/110 cum laude) presso l’Università degli Studi “G. d’Annunzio” di Chieti-Pescara. Nella stessa università ha conseguito il titolo di Dottore di Ricerca (Ph.D.) in Economics and Business con una ricerca innovativa sulla Technology Intelligence. E' Responsabile del Settore Sistemi Informativi e Innovazione Tecnologica dell'Università di Chieti-Pescara. E' docente di IT Governance e Big Data al Corso di Laurea Magistrale di Economia e Management del Dipartimento di Economia Aziendale dell'Ateneo. E' stato docente, nello stesso Ateneo, di Tecnologie di persuasione nel Cyberspazio al Corso di Laurea Magistrale di Psicologia Clinica e della Salute.

E' docente al Master di Intelligence dell'Università della Calabria, al Master Digital Heritage Cultural Communication Through Digital Technologies dell'Università La Sapienza di Roma e al Master di Criminologia e Psicologia Investigativa dell'Università di Foggia. E' docente di Cyber Security alla Scuola di Perfezionamento per le Forze di Polizia di Roma.

E' stato docente al Master di Sicurezza Informatica e Investigazioni Digitali dell'Università di Teramo. E' stato docente di informatica presso l'Università Cattolica del Sacro Cuore di Roma e invited speaker all'Università Politecnica di Valencia. E' Presidente Onorario della Società Italiana delle Scienze Informatiche e Tecnologiche (SISIT), member dell'Associazione Informatica per il Calcolo Automatico (AICA), Accademico della European Academy of Sciences and Arts e member della New York Academy of Sciences e della Association for Computing Machinery (ACM). E' stato Vice Presidente dell'Associazione Informatici Professionsiti (AIP).  

Nel 1985, durante il periodo di leva consegue una Specializzazione in Trasmissioni Radio e Cifratura Dati presso la Scuola Militare delle Trasmissioni dell’Esercito di San Giorgio a Cremano (Napoli). Subito dopo il congedo inizia la sua attività professionale con la Olivetti System and Network Spa e dopo aver conseguito tre raise professional certifications in Information Technology presso la ELEA Knowledge Integration a Firenze, svolge per oltre nove anni le mansioni di Programmatore Junior e Senior, Analista Programmatore e infine Sistemista, maturando una rilevante esperienza nel settore del systems engineering e nella progettazione di sistemi informativi gestionali a livello nazionale.

Nel 1994, entra a far parte del C.I.R.S. (Centro Informatizzazione, Ricerca e Servizi) dell’Università degli Studi "G d'Annunzio" di Chieti-Pescara, svolgendo mansioni di System and Network Administrator specializzandosi, nel corso degli anni, nella gestione di reti geografiche e sistemi informativi avanzati.

Nel 1995 è tra i primi, sul territorio abruzzese, a diffondere la cultura dell’utilizzo della rete Internet mediante seminari e corsi di formazione svolti presso l’università teatina, scuole, strutture pubbliche e private.

Dal 1995 fino al 2000 ricopre numerosi incarichi all’interno dell’Ateneo: progettazione e direzione lavori per cablaggi strutturati di reti Lan e Wan, responsabile tecnico-commerciale del progetto di connessione ad internet "Nettuno" in collaborazione con il CINECA (Consorzio Interuniversitario per il Calcolo Automatico per l'Italia Nord-Orientale), ideazione, progettazione e realizzazione del “Sistema Informativo Documentale” (S.I.D.) degli Uffici Amministrativi del Rettorato, direzione del Centro Servizi Informatici Interfacoltà del C.I.R.S., responsabile della Macroarea Automazione Uffici Amministrativi dell'Ateneo. Sin dal 1995 inzia la sua attività di docenza presso l’Ateneo teatino, assumendo, nel corso degli anni successivi, collaborazioni e incarichi di insegnamento presso aziende pubbliche, private, strutture governative ed università nazionali e europee, tra cui:

- Università "G.D'Annunzio" di Chieti e Pescara;
- Università di Teramo;
- Università Cattolica del Sacro Cuore di Roma;
- Università della Calabria;
- Università Politecnica di Valencia;
- Università Politecnica di Madrid;

Nel 2001 è nominato componente dell’I.C.T.S. (Information and Communication Technology Service) della Direzione Generale dell’Ateneo e si occupa di progettazione e consulenza, ad ampio spettro, nel settore ICT.

Nel 2002 partecipa alle selezioni tecnico, pratiche, attitudinali e psichiche come Responsabile dei Sistemi Informativi dell’ASI (Agenzia Spaziale Italiana/Italian Space Agency) classificandosi al 2° posto su 40 candidati.

Nel 2003 diventa responsabile del Centro di Competenza ECDL/EUCIP dell’Università occupandosi di alta formazione nel settore informatico. In quegli anni assume il coordinamento di numerosi corsi di alta formazione assumendo anche il ruolo di docente in diversi corsi di formazione universitari. Nello stesso anno viene nominato responsabile ICT per l’Ateneo di Chieti e Pescara del Progetto CampusOne del Ministero dell’Università e della Ricerca Scientifica. Ancora nel 2003 assume l’incarico di consulente del CEPIS (Council of European Professional Informatics Societies) a Bruxelles con il compito di occuparsi di certificazioni professionali informatiche. Da quel momento si occupa della progettazione e sviluppo della certificazione professionale europea EUCIP (European Certification of Informatics Professionals). L’obiettivo del CEPIS è di creare un percorso formativo per informatici professionisti che unifichi le metodologie didattiche e le materie trattate nei diversi corsi di laurea delle universit� europee che si traduca in una certificazione unica e valida per tutti i paesi della CEE.

Nel 2004 attiva la sperimentazione del primo corso universitario in Europa, presso l’Università di Chieti-Pescara, basato sulla nuova certificazione professionale EUCIP e certifica, per primo a livello europeo, i primi “informatici europei” italiani.

Nel 2005 è autore del primo corso di formazione a distanza (F.A.D.) per professionisti informatici che intendono conseguire la certificazione EUCIP. Viene realizzato in collaborazione con Opera Multimedia mediante l’utilizzo di moderne metodologie e-learning.

Nel 2006 dopo aver ricoperto l’incarico di responsabile provinciale e regionale, viene nominato Vice Presidente Nazionale dell’AIP/ITCS (Associazione Informatici Professionisti/Italian Computer Society) nonchè Direttore del settore Alta Formazione dell’Associazione, cariche che ricoprirà fino giugno 2008. Sempre nel 2006 è responsabile del settore Information System del Master universitario “Business and Information System Analyst” della Facoltà di Scienze della Comunicazione dell’Università di Teramo. Dopo molteplici sperimentazioni di percorsi formativi specialistici sull’ICT condotti nell’ultimo decennio, è stato tra gli ideatori, nonchè componente del Comitato Tecnico e Scientifico del Corso di Laurea “Scienze della Comunicazione Aziendale e delle Tecnologie Informatiche” dell’Università di Teramo, percorso formativo tra i più innovativi in Europa nel settore ICT.

Nel 2007 assume l’incarico di External Verifier per l’Italia dalla ECDL Foundation di Dublino per il programma “Health”, certificazione innovativa elaborata in collaborazione con la britannica National Health System e l’American Medical Informatics Association e rivolta a tutti gli addetti del settore sanitario per l’utilizzo di strumenti informatici avanzati.

Nello stesso anno, gli viene conferito, dall'Associazione Informatici Professionisti, il Premio “Leonardo Fibonacci” per "l’impegno profuso per la comunità informatica in Italia".

Nel 2008 gli viene conferita la carica di Presidente Onorario della SISIT (Società Italiana delle Scienze Informatiche e Tecnologiche).

Nel 2009 gli viene conferito, con motivazione di merito, il titolo di Accademico Ordinario dalla Pontificia Accademia Tiberina, dal 1813 rinomato Istituto di Cultura Universitaria e di Studi Superiori a cui sono appartenuti eminenti cattedratici universitari, scienziati, studiosi di fama mondiale, letterati, artisti, che abbiano dato lustro, con il loro sapere, al proprio Paese e la cui attività scientifica abbia superato anche i confini della Patria. L'Istituto può annoverare tra i suoi iscritti ben cinque porporati poi proclamati Papi (Pio VIII, Gregorio XVI, Pio IX, Leone XIII, Pio XII) e nomi illustri come Alessandro Manzoni, Renè de Chateaubriand, Benedetto Croce, Vincenzo Bellini, Guglielmo Marconi, Enrico Fermi, Antonio Canova, etc.

Nel 2010 gli viene conferito dall'Accademia delle Scienze di San Marino, il Premio Accademico d'Onore scientifico "Guglielmo Marconi", per essersi distinto in ambito accademico-scientifico a livello internazionale.  Il Premio Guglielmo Marconi viene concesso periodicamente, su parere del Consiglio Accademico e sentito il parere del Consiglio Scientifico, a eminenti studiosi italiani o stranieri meritevoli di questa particolare distinzione accademico-scientifica, che abbiano dimostrato attraverso opere, pubblicazioni, meriti professionali, culturali, sociali, artistici, politici e industriali di avere i requisiti opportuni per l'ottenimento del Premio onorifico. Con lui, viene insignito dello stesso premio anche il Professore Emerito Ferdinando Taddei, già Rettore dell'Università di Modena e Reggio Emilia e Presidente dell'Accademia Nazionale di Scienze, Lettere ed Arti di Modena e Reggio Emilia. Il Premio è stato conferito personalmente dal nipote dell'illustre scienziato, Principe Guglielmo Giovannelli Marconi.

Nello stesso anno, gli viene conferita dal Presidente Giorgio Napolitano, su proposta della Presidenza del Consiglio dei Ministri, l'onorificenza di Cavaliere dell'Ordine al Merito della Repubblica Italiana (O.M.R.I.)

Nel 2011 all'Università di Salisburgo, gli viene conferito il titolo di Accademico della European Academy of Sciences and Arts. Nel 2011 è stato l'unico italiano ad aver ricevuto il prestigioso riconoscimento, insieme ad altri insigniti provenienti da Germania, Spagna, Austria, Bielorussia, Svizzera, Stati Uniti. L'Accademia è composta da 1400 scienziati, ricercatori, filosofi, studiosi e artisti provenienti da Europa, Asia e Stati Uniti, tra cui si contano ben 29 premi Nobel. Sono solo 65 gli accademici italiani che fanno parte della prestigiosa struttura. Tra i componenti si annoverano l'attuale Papa Benedetto XVI, Rudolf Schuster, Carlo Azelio Ciampi, Helmut Kohl, Juan Carlos di Borbone, il Principe Jean di Lussemburgo, Il Principe Filippo del Belgio, Romano e Paolo Prodi, Mario Monti. 

A novembre dello stesso anno, al Politecnico di Torino, in occasione del 50° Congresso Nazionale dell'Associazione Italiana per l'Informatica ed il Calcolo Automatico (AICA), gli viene conferito il premio EUCIP Champion, riconoscimento europeo concesso a professionisti informatici dotati di competenze di altissimo livello, che si sono particolarmente distinti nel settore dell'Information Technology anche al di fuori dei confini nazionali. Sono solo 23 i professionisti europei che possono fregiarsi di questo riconoscimento e tra di essi spicca il nome di Federico Faggin, primo nel 2008 ad essere insignito del titolo e noto a livello mondiale per essere l'inventore del primo microprocessore. La specializzazione assegnata a Teti è stata quella di "IT Security Adviser" e gli è stata conferita da Prof. Bruno Lamborghini, docente dell'Università Cattolica di Milano e Presidente dell'European Information Technology Observatory (EITO).

Dal 2013 è responsabile dell'Area Servizi Informatici-Settore Applicativi per le Risorse Umane, Carriere, Personale, Stipendi e Contabilità dell'Università "G. D'Annunzio" di Chieti-Pescara.

A dicembre dello stesso anno, a L'Aquila, presso l'Auditorium del Parco, gli è stata conferita da AGICA (Appuntamenti Giornalieri Cultura Abruzzo), la Targa al merito nella Cultura dell'Eccellenza "Abruzzesi eccellenti nel mondo".

Nel 2014 il  Principe Carlo di Borbone, con decreto del 19 marzo, gli ha conferito l'onorificenza di Commendatore di Merito del Sacro Militare Ordine Costantiniano di San Giorgio.

A maggio dello anno gli viene conferito, sotto l'egida dell'ONU (Organizzazione delle Nazioni Unite), il premio "Abruzzo Academy Foundation IT Security Prize 2014" della Fondazione Accademia d'Abruzzo. Nello stesso mese, gli viene conferito il premio "Aquila Reale" da ASSOIMPRESA, Associazione per l'Impresa Italiana.

Nel 2015 gli viene conferita dal Presidente della Repubblica Sergio Mattarella, su proposta della Presidenza del Consiglio dei Ministri, l'onorificenza di Ufficiale dell'Ordine al Merito della Repubblica Italiana (O.M.R.I.)

E' professional member della statunitense ACM (Association for Computing Machinery), con la quale collabora in ricerche sul management of computing and information system. E’ membro della New York Academy of Sciences (NYAS), dell’AICA (Associazione Italiana per l’Informatica ed il Calcolo Automatico) per la quale collabora con il gruppo di progettazione e sviluppo delle certificazioni professionali informatiche europee del CEPIS (Council of European Professional Informatics Societies). Qualificato esperto di sicurezza di sistemi informativi è certificato ICT Security Auditor ISO27001:2005.

E' qualificato esperto di armi e balistica e da anni si occupa dello studio delle tecnologie informatiche avanzate, applicate al settore della difesa. Nel 2007 ha effettuato studi e ricerche sul progetto innovativo “Soldato futuro” dell’Esercito Italiano e sul progetto “Land Warrior” dell’Esercito degli Stati Uniti, pubblicando diversi articoli inerenti le diverse tecnologie utilizzate.

E' consulente informatico della Guardia di Finanza e Consulente Tecnico di Ufficio di diverse Procure italiane. E' l’ideatore del seminario formativo nazionale ICT Security Day, che si tiene ogni anno in Abruzzo e che rappresenta il maggiore evento nel centro-sud Italia per la sicurezza informatica.

Autore di molteplici pubblicazioni, tra i suoi libri più diffusi e adottati da diverse università italiane, si citano:

- “EUCIP – Il manuale per l’informatico professionista” – U.Hoepli, 2005;

- “Business and Information System Analyst – Il manuale per il Manager IT” – U.Hoepli, 2007;

- “Network Manager – Il manuale per l’Amministratore di Reti e Sistemi” – U. Hoepli, 2007;

- “Management dei servizi IT: dal modello ITIL all’ISO/IEC 20000” – Il Sole24 ORE, 2008;

- "Manuale di investigazione criminale" (Criminal Investigation handbook) - NSTECNA Edizioni, 2008;

- “Sistemi Informativi per la sanità - ECDL Health” – Apogeo, 2009;

- "Il futuro dell'Information & Communication Technology - Tecnologie, timori e scenari futuri della global network revolution" - Springer, 2009 (premiato nel 2010 alla XXV edizione del Premio Nazionale Histonium di poesia e narrativa);

- "La sicurezza nei sistemi informativi sanitari" - Edisef, 2010;

- "PsychoTech - Il punto di non ritorno - La tecnologia che controlla la mente" - Springer, 2011 (premiato nel 2013 alla 19° edizione del Premio Letterario Internazionale "Penna d'Autore" tra i finalisti di prima fascia nella categoria narrativa e saggistica);

- "Servizi segreti, Intelligence e Geopolitica" - Edizioni Nagard, 2012;

- "Il potere delle informazioni. Comunicazione globale, Cyberspazio, Intelligence della conoscenza" - Il Sole 24 Ore, 2012;

- "Technology Intelligence. Ottimizzazione delle tecnologie aziendali" - Pearson, 2013;

- "Open Source Intelligence & Cyberspace. La nuova frontiera della conoscenza" - Rubbettino, 2014.

- "Lavorare con i Big Data. La guida completa per il Data Scientist" - Tecniche Nuove, 2017;

- "Cyber Espionage & Cyber Counterintelligence. Spionaggio e Controspionaggio Cibernetico" - Rubbettino, 2017.

Particolare interesse ha suscitato il testo “Management dei servizi IT”, edito dal Sole 24Ore nel 2008, che ha riscosso un notevole successo di pubblico per le tematiche particolarmente innovative trattate, e per la prefazione che porta la firma autorevole del Senatore Lucio Stanca (già Ministro per l’Innovazione e le Tecnologie) che afferma testualmente "...La pubblicazione di Antonio Teti tocca un aspetto essenziale per lo sviluppo delle tecnologie digitali nel nostro Paese: quello di saper affrontare la grande discontinuità del passaggio dalla fase, ormai storica, dell'informatizzazione a quella di un'innovazione diffusa."

Il testo "Il futuro dell'Information & Communication Technology", pubblicato nel 2009, la cui prefazione porta la firma di Fernando Piera Gòmez (Vice Presidente dell'Asociaciòn de Tècnicos de Informàtica di Spagna), e premiato nel 2010 in occasione della XXV edizione del Premio Nazionale Histonium di poesia e narrativa, ha ottenuto le seguenti recensioni internazionali:

Nuove tecnologie oggi stanno prendendo il sopravvento,altre, in fase sperimentale, diventeranno mature a breve. In questo contesto c’è una esigenza forte, a cui il libro di Antonio Teti risponde in modo inappuntabile: fare ordine su tutto quello che e’ stato fatto, facendo evolvere i sistemi e le applicazioni verso le tecnologie più moderne in modo strutturato. […]Conoscendo personalmente Antonio Teti, di cui ho apprezzato la professionalità e l’estrema concretezza, sono più che mai convinto che il quadro nitidamente rappresentato nel libro sia il modo migliore per descrivere un mondo in cosi veloce evoluzione.”

Gianfranco Previtera - Vice President Strategic Initiatives, IBM Italia SPA

Con la consueta metodicità e precisione tipica, oltre che dell’esperto anche di chi è appassionato dell’argomento, Antonio Teti ci conduce nell’esplorazione – storica, presente e futura - di alcuni tra i principali segmenti di cui si compone l’ICT […]Ricco di dati e arricchito da un corollario di note di precisazione e di descrizione terminologica, il lavoro di Teti guida il lettore in un percorso di approfondimento e sistematizzazione della complessa galassia delle tecnologie Ict, non dimenticando di inoltrarsi verso nuove frontiere – Web 3.0, gli sviluppi dell’hardware, dal web ranking al social software – sempre con la chirurgica precisione di chi, studiando l’argomento, non vuole lasciare nulla alla genericità.”

Stefano Uberti Foppa, Direttore della rivista ZeroUno, Next Editore

Con questo libro, Antonio Teti ha realizzato un’opera di straordinario interesse, delineando con grandissima lucidità, uno scenario chiaro ed inequivocabile delle tendenze dell’Information Technology per il prossimo futuro, senza tuttavia tralasciare le possibili implicazioni che le stesse potrebbero generare nella società moderna. Il libro illustra con ineguagliabile lungimiranza, gli sviluppi della new wave dell’ICT, che sta determinando la nascita del nuovo protagonista dell’era moderna, meglio noto come “individuo digitale.”

Manuel Rodenes Adam, Professore, Università Politecnica di Valencia

Nel libro "PsychoTech, il punto di non ritorno", pubblicato da Springer, la prefazione è curata da B.J. Fogg, noto psicologo sperimentale considerato dalla rivista Fortune come uno dei dieci "Guru" da conoscere. Direttore del Persuasive Technology Lab della Stanford University e docente nella stessa università, presso il Dipartimento di Informatica alla School of Education, in riferimento al testo, asserisce "Questo libro esplora i temi più importanti sul progresso delle tecnologie applicate alla vita dell’uomo, con un particolare riferimento alle possibili sinergie con la psicologia umana e le metodologie di condizionamento sugli esseri umani, senza tralasciare i possibili effetti e conseguenze che possono (o che potrebbero) avere sugli individui, sui popoli, sulla conoscenza e quindi sulla cultura mondiale. La mia speranza è lettore possa utilizzare tutto ciò che è ampiamente e magistralmente trattato in queste pagine, non solo per arricchire il proprio bagaglio di conoscenze, ma anche per consentire di renderlo più consapevole del suo protagonismo in quel processo di miglioramento del mondo in cui viviamo".

Nel libro "Il potere delle informazioni. Comunicazione globale, Cyberspazio, Intelligence della conoscenza", pubblicato dal Sole 24 Ore, la prefazione è curata da Nicolò Pollari, Generale di Corpo d'Armata della Guardia di Finanza e Consigliere di Stato, già direttore del SISMI (Servizio per le Informazioni e la Sicurezza Militare), il servizio segreto militare italiano.

Nella prefazione di Pollari si legge: "Considero l'Autore di questo volume, Antonio Teti, come uno dei più autorevoli e costanti studiosi italiani in materia di Information & Communication Technology. Analizzando il percorso individuale di studi, di ricerca scientifica e poi di docenza del Teti - anch'esso presente e dunque reperibile e visibile in quello sconfinato "repository" di informazioni globale che è oggi la "Rete web" - non si può che rimanere "impressionati". E non solo per la lineare costanza di impegno professionale da lui sviluppato nello specifico campo di indagine qui in argomento (i sistemi e le reti informatiche, i mezzi di comunicazione, non solo cibernetici, e le tecnologie linguistiche e psicologiche di persuasione e/o manipolazione del pensiero), ma soprattutto per la elevatissima qualità ideativo/creativa e produttiva dimostrate fattivamente sula campo e riconosciute a livello internazionale. E' dunque con grande piacere e convinzione intellettuale che mi sento di rivolgere la seguente, viva esortazione: dedicate un pizzico del vostro prezioso tempo alla lettura di qualche pagina di questo nuovo libro di Antonio Teti: il resto verrà da sè! "Il potere delle informazioni" vi catturerà più di quanto non sappia già farlo la stessa Rete, se siete davvero appassionati del Web, di psicologia della comunicazione e di geopolitica ed intelligence internazionale. Questo libro, infatti, va dritto al "cuore" di quelli che sono i veri interessi e problemi, politici e geopolitici, globali oggi giorno in gioco, con l'avvento della Web Age".

Nella prefazione del libro "Open Source Intelligence & Cyberspace, La nuova frontiera della conoscenza", il Prof. Mario Caligiuri, docente dell'Università della Calabria, asserisce "Antonio Teti sta studiando da anni i tema dell'Intelligence, con un approccio prevalente sulla dimensione delle nuove tecnologie e sulle conseguenti molteplici ricadute. Il suo nuovo libro Open Source Intelligence & Cyberspace si distingue per l'impostazione divulgativa, che suscita una serie di considerazioni teoriche e culturali di notevole interesse. E' quindi con piacere che ospitiamo questo volume nella collana del Centro di Documentazione Scientifica sull'Intelligence dell'Università della Calabria."

Forte di una rilevante esperienza nella progettazione di sistemi informativi innovativi e di avanzate architetture di rete, svolge attività di formazione e consulenza presso strutture pubbliche e private. Scrive su molteplici riviste e periodici del settore tra cui Il Sole24 Ore (NOVA24 e la sezione Professionisti e PA) e GNOSIS, La Rivista Italiana di Intelligence dell'AISI (Agenzia Informazioni e Sicurezza Interna). E' componente del comitato di redazione della rivista IL DOCUMENTO DIGITALE e del comitato tecnico scientifico della rivista EUTEKNE, Il quotidiano per le professioni economico giuridiche in materia fiscale, contabile e societaria. E' relatore in numerosi convegni nazionali ed internazionali. E' considerato, a livello internazionale, uno dei maggiori esperti di ICT Management, ICT Security Cyber Intelligence e di tecnologie informatiche avanzate.

 

Antonio Teti © 2013 | Infoteam Solution  
  HOME | CURRICULUM | BIBLIOGRAFIA |PARTNERS |EVENTI |CONTACTS